Diritto condominiale

Pur mancando una esplicita definizione nel Codice Civile, il Condominio può qualificarsi come una particolare forma di comunione su di un immobile consistente nella contemporaneamente presenza in uno stesso edificio di più unità di proprietà esclusiva di diversi soggetti connesse a parti di proprietà comune.
La materia è stata oggetto di recenti interventi legislativi (Riforma del Condominio di cui alla L.220/2012 entrata in vigore il 18.06.2013) e costituisce il tema principale di numerose pronunce giurisprudenziali di legittimità e di merito, a testimonianza delle molteplici richieste di assistenza giudiziaria che si presentano ripetutamente in tale ambito.
L’esistenza di alcune parti e servizi comuni comporta la necessità di una preventiva regolamentazione sul loro utilizzo e sulla ripartizione delle spese necessarie per garantire a tutti i condomini il pari accesso, senza comunque sacrificare i diritti connessi alla proprietà esclusiva del proprio appartamento.
L’importanza di partecipare all’assemblea del Condominio (quale organo deliberativo dell’ente), di corrispondere puntualmente i contributi richiesti dall’Amministratore, di osservare le norme del regolamento deve essere ricercata nel mantenimento in efficienza degli impianti e dei servizi comuni a vantaggio di tutti i condomini.
Dal 18.06.2013 l’Amministratore di Condominio, al fine di non incorrere in responsabilità, è tenuto ad agire per la riscossione forzosa dei contributi non versati dai condomini entro sei mesi dalla chiusura dell’esercizio nel quale il credito esigibile è compreso.
Le controversie in Condominio possono insorgere tra i singoli condomini (si pensi ad immissioni, molestie..), tra il Condominio e il singolo condomino (ad esempio per impugnazione di delibere condominiali, omessi versamenti di spese condominiali, mancata osservanza del regolamento condominiale, erronea ripartizione spese..), nonchè tra il Condominio e soggetti terzi (fornitori, appaltatori di lavori ordinari e straordinari..).
In materia, lo Studio offre consulenza ed assistenza, giudiziale e stragiudiziale, a tutela sia dell’intero condominio che del singolo condomino, occupandosi, a titolo esemplificativo di:
• collaborazioni continuative con amministratori di Condominio, assistenza nella gestione delle parti comuni, nelle problematiche sottese alla redazione dei bilanci e alle ripartizioni delle spese;
• diffide di pagamento ed azioni giudiziarie per il recupero dei ratei condominiali non versati;
• difesa del Condominio nei giudizi promossi da condomini o da terzi;
• nomina/revoca dell’amministratore, azioni di responsabilità verso l’amministratore;
• impugnazioni di delibere condominiali;
• azioni contro l’appaltatore di lavori nell’edificio condominiale non eseguiti a regola d’arte, anche mediante Accertamenti Tecnici Preventivi e ricorsi in via d’urgenza.

 

Dubbi sulla legittimità di una delibera? Violazioni del regolamento condominiale?

Per informazioni, consulenza e assistenza in materia condominiale, al fine di ottenere idonea tutela dei diritti dei singoli e per la corretta gestione del condominio, potete contattare lo Studio attraverso il modulo presente nel sito